Claudio Massari

Alcuni frammenti di storia e note di ricordi

Laureato in matematica , voleva fare il burattinaio ed è diventato un artista logico, folle e visionario.
Insieme ad altri visionari un'insegnante, uno studente di medicina e un infermiere (Rita Degli Esposti, Roberto Frabetti, Andrea Baldazzi) ha inventato La Baracca per un teatro per i ragazzi.

Negli anni settanta  nasceva il Teatro ragazzi in Italia, compagnie o meglio collettivi creati  da persone  provenienti da esperienze diverse non necessariamente artistiche, giovani che credevano nel potere della creatività dell'arte e che hanno sperimentato direttamente sul campo, dove la cultura era un "fare" politico.

Claudio era un artista nel suo lavoro di politica e organizzazione teatrale. Non ha mai smesso di essere un grande "burattinaio" . Muovere fili allo scoperto,  rifiutando compromessi e alcune scelte facili, con risultati a volte non accattivanti.

Era un testardo e credeva negli incontri e nei confronti, nei progetti che nascono attorno ad un tavolo dove si mangia e si beve  piuttosto che ad un tavolo d'ufficio.

Testardo sostenitore di quel " movimento" che è stato "un Posto per i ragazzi" che comprendeva  Compagnie in città diverse che a partire dal  1979 con lo stesso logo programmavano una rassegna di teatro ragazzi itinerante, in rapporto con le scuole con l'intento di dare una stabilità riconosciuta al teatro per i bambini e giovani. E sono nati i primi  Centri di Teatro Ragazzi con quell'idea che ora appare appannata o tradita, di essere  luoghi aperti alle idee, alle invenzioni, al mescolarsi in nome di una visione. 1983 a Bologna il Teatro Sanleonardo in convenzione col Comune di Bologna.

Credeva negli incontri e confronti artistici : sua l'idea di "Ey de Net"

Tre compagnie che lavorano insieme, trenta persone. Per la prima volta nel teatro ragazzi. E in seguito altri progetti

La porta della Baracca è sempre stata aperta a tantissimi artisti che hanno lasciato pezzi importanti di storie, progetti comuni che sono diventati anche attraverso la parola scritta: "Icaro" rivista del teatro ragazzi è nata in quegli anni

Politico sui generis molto poco formale, baciava molto soprattutto gli assessori donne e con gli uomini parlava con un aperitivo in mano.

Direttore del teatro Sanleonardo poteva accogliere i bambini vestito da torta.

Insofferente alla "solitudine"credeva nell'associazionismo : Astra, Atig...in tanti si è più forti e si muove di più

Curioso credeva nei viaggi oltre i confini per un teatro nel mondo

Socio dell' IETM International Network for Contemporary  Performing  ha lavorato per la creazione di una rete internazionale dedicata ai ragazzi .

Nel 1991 è stato fondato a Bologna Eu.net. Art network europeo degli organismi artistici per ragazzi e giovani.( 100 organizzazioni in 28 paesi).